Blog

psicologia dei colori emmegi marketing

Perché i colori sono importanti nel marketing?

Scritto da  Commenta questo articolo!

Nel marketing dei contenuti il colore è un segnale d’azione che indirizza le nostre emozioni.

In un mare di contenuti, il colore può aiutarti ad emergere.

Il colore fa sì che il tuo pubblico veda quello che tu vuoi che veda, senta quello che tu vuoi che senta e faccia quello che tu vuoi che faccia. Il colore che scegli può anche influenzare la facilità di utilizzo e la leggibilità di un contenuto. Oggi parliamo del perché comprendere la psicologia del colore è importante per il successo del tuo contenuto.

Capire come funziona il colore non è una prerogativa riservata ad artisti e creativi. Chi si occupa di marketing dei contenuti ha bisogno di comprendere le basi della teoria dei colori. Se scrivi devi sapere che le scelte di colore possono cambiare l’impatto del tuo messaggio: un grande contenuto e una fantastica call to action possono passare inosservati se li accompagni a colori sbagliati.

 

In uno studio sull’ impatto del colore nel marketing i ricercatori hanno attestato che il 90% dei giudizi espressi sui brand si basano sul significato associato al colore che li rappresenta.

La psicologia dei colori nel marketing Il colore è uno strumento essenziale perché ha un impatto sul modo in cui pensiamo e su come ci comportiamo.

I colori direzionano i nostri occhi su dove guardare, cosa fare e come interpretare qualcosa.

Il colore mette il contenuto in un contesto. Ci aiuta a decidere cosa è importante e cosa no.

Ecco perché, se ti occupi di marketing, hai bisogno di comprendere quale significato le persone attribuiscono ai colori. Non reagiamo tutti allo stesso modo ai colori, poiché tutti abbiamo esperienze diverse relative ad eventi, cultura, ricordi, persone.

Nonostante ciò possiamo identificare delle linee generali che ci mostrano come le persone rispondono al colore e capire come utilizzare la teoria dei colori per la creazione di un’efficace strategia di web marketing. Cominciamo!

Rosso

Il rosso è un colore molto potente e dinamico che esprime il nostro bisogno di mostrare affetto e amore o di rappresentare terrore, paura e sopravvivenza. È un colore energico che ispira forza ma anche aggressività, a seconda del contesto in cui lo si utilizza. Se hai bisogno di catturare l’attenzione di qualcuno velocemente, il rosso è il tuo colore. Es. i segnali di stop sono rossi.

Arancione

L’arancione è un colore molto interessante da un punto di vista psicologico perché unisce il potere e l’energia del rosso al divertimento e alla cordialità del giallo. Questa combinazione rende l’arancione il colore del calore, del cibo, del riparo. Stimola l’appetito se sei affamato! L’arancione è anche il colore della motivazione, dell’attitudine positiva e dell’entusiasmo. Porta conforto nei momenti difficili e stimola pensieri di divertimento e libertà. Si vede di solito nella frutta, negli eventi sportivi, nei giochi.

Giallo

Il giallo è il colore della gioia, dell’allegria e dell’ottimismo. La lunghezza d’onda del giallo è particolarmente lunga e questo lo rende più facile da vedere ad occhio nudo. Sapevi che il giallo è il primo colore riconosciuto dai neonati? Ogni volta che hai bisogno di aumentare la sicurezza o di ispirare qualcuno usa il giallo. Stai attento a non esagerare perché troppo giallo può provocare paura o ansia. Trova il giusto equilibrio per comunicare sensazioni positive. Lo smile è giallo!

Verde

Il verde è il colore dell’equilibrio e dell’armonia. È il colore della natura, della vita riflessiva, del riposo e della pace. Significa crescita sia che si parli di piante che di ricchezza. Se vuoi rappresentare salute e riparo dallo stress scegli il verde. Rispetto a tutti gli altri colori il verde ha l’impatto più positivo sulla psicologia delle persone. È usato negli scambi economici, nei negozi bio e nei ristoranti.

Blu

È il colore della fiducia e dell’affidabilità. Comunica sicurezza, responsabilità ed è rassicurante. Per questo motivo in tutto il mondo è uno dei colori preferiti da uomini e donne. A differenza del rosso il blu induce calma e riflessione. Purtroppo è anche uno degli ultimi colori ad essere visti e può essere percepito come distante, freddo e, se usato in grande quantità, poco amichevole. Nel marketing trasmette senso di tranquillità e fiducia e per questo è utile nella costruzione di relazioni. È usato nei centri benessere e nel settore della salute.

Viola

Il viola è il colore dell’immaginazione e della spiritualità. Racchiude l’energia ed il potere del rosso con la stabilità e l’affidabilità del blu. Questo mix crea un equilibrio perfetto tra fisico e spirituale. È spesso usato nella rappresentazione di coraggio, mistero, magia. Ha un potere lenitivo dell’anima e stimola l’apertura mentale e la nascita di nuove idee. Ecco perché la creatività è spesso associata al viola. L’uso eccessivo del viola può causare eccessiva introspezione e distrazione. Di solito si usa negli spettacoli di magia, nelle favole e nei beni di lusso.

Fonte: CoSchedule

Rosa

Il rosa è la versione meno intensa e più delicata del rosso. Crea senso di compassione e amore incondizionato. Mentre il rosso è un colore “fisico”, il rosa più che stimolare lenisce e per questo è perfetto per comunicare il prendersi cura, la comprensione e l’aiuto verso chi ha bisogno. Il rosa esprime romanticismo, empatia e sensibilità. Se è troppo usato può comunicare immaturità, mancanza di potere. Viene comunemente associato ai giocattoli e ai prodotti per la cura della persona.

Marrone

Nonostante non sia un colore molto stimolante, il marrone simboleggia sicurezza, supporto costante e protezione. È serioso ma non intenso quanto il nero. Può sembrare riservato, prevedibile e noioso. Va usato quando necessario, altrimenti può risultare troppo pesante. Si usa molto nei campeggi, nel settore dell’arredamento e nei bar.

Nero

Il nero è un colore sofisticato. Esprime serietà, controllo, indipendenza ma anche voglia di stare nascosto e separato dagli altri. Poiché è un colore molto potente un uso eccessivo può causare tristezza e negatività, per cui usalo con parsimonia! È usato nell’abbigliamento professionale, nei prodotti di lusso.

Bianco

È il colore della purezza, dell’innocenza, della pulizia e della pace. Può rappresentare un nuovo inizio, un foglio su cui scrivere nuove idee. È il colore della semplicità e della creazione. Troppo bianco tuttavia può comunicare isolamento, solitudine e vuoto. Si usa di frequente nei matrimoni, nelle sale d’attesa dei medici, nei siti.

Il ruolo del colore nel branding

I risultati di uno studio sugli effetti interattivi del colore mostrano che la relazione tra identità di marca e colore dipende da quanto quest’ultimo sia percepito come appropriato a rappresentare un particolare brand. In pratica i colori influenzano il modo in cui i consumatori “vedono” la personalità del brand.

Studi successivi hanno rilevato come il nostro cervello preferisca brand riconoscibili che, nella fase di creazione dell’identità di marca, abbiano fatto scelte di colore importanti in grado di differenziarli dai competitor.

Colori maschili e colori femminili

È interessante notare che le scelte di colore cambiano anche in base alle differenze di genere. Le percezioni ambientali e culturali giocano un ruolo importante in grado di influenzare le scelte individuali, basti pensare all’idea che, sin da piccoli, l’azzurro sia il colore per i maschi ed il rosa quello per le femmine.

Ho scelto queste due immagini per mostrarvi il confronto tra i gusti cromatici degli uomini e quelli delle donne. Gli uomini scelgono principalmente il blu ed il verde. Nella loro scala di preferenze il viola non compare ed il giallo è quasi inesistente.

Anche le donne amano il “confortante” blu ma nella loro classifica di gradimento il “creativo” viola ha un ruolo importante. Queste considerazioni ci fanno intuire, per esempio, perché nessun prodotto di successo destinato al target maschile sia viola. Inoltre gli uomini preferiscono le tonalità più intense, dove è presente anche se piccola, una percentuale di nero, rispetto alle donne che scelgono per lo più colori tenui, dove è presente il bianco.

Dal momento che parliamo tanto di web marketing, è probabile che ti starai chiedendo:

Qual è il miglior colore per favorire il tasso di conversione sul web?

Il colore del pulsante della Call to action ha un forte impatto sulle decisioni dell'utente e, quindi sulla conversione poiché lo motiva a cliccarci sopra.

In altre parole, è come se il pulsante con un colore preciso rispondesse alla domanda: "Dove devo cliccare?".

In realtà non c’è un colore che converte di più ma il colore che produce maggiori conversioni è quello che contrasta meglio con lo sfondo della pagina.

Quindi, per rispondere a questa domanda, il colore del pulsante deve essere in netto contrasto con il colore dello sfondo, meglio ancora se di un colore che non è usato nella pagina, in modo da attirare l'attenzione.

Ti è piaciuto questo articolo? Se la tua risposta è sì, condividilo sui tuoi social preferiti!

Vuoi saperne di più sul mondo della comunicazione e sul web marketing?

Se vuoi sapere come utilizzare i colori nella tua strategia di brand identity, compila il form, contattaci subito!